C’ERAVAMO TUTTI

C’ERAVAMO TUTTI

riforma-gelmini-638x425Studenti medi ed universitari, ricercatori e docenti, da Milano a Roma, da Roma a Palermo, si sono battuti con coraggio e senza soluzione di continuità contro la Riforma Gelmini introdotta dal decreto 137 ed il decreto 133 dei tagli da 1,4 miliardi di Tremonti. Manifestazioni in piazza, occupazioni, sit-in furono organizzati per mesi interi, per contestare quello che oggi non è più ormai il tentativo di smantellamento, ma la distruzione totale del sistema istruzione.

Il 19 Febbraio 2014 doveva tenersi il processo a carico degli studenti della Sapienza che nel 2010 manifestavano il loro dissenso come tutti quanti noi. Tale processo è stato rimandato per sciopero dell’avvocatura. Gli studenti dovranno rispondere di accuse gravi quali resistenza aggravata, resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamenti e lesioni ed addirittura quella di attentato contro un organo costituzionale, riferendosi alla manifestazione effettuatasi dinnanzi al Senato il 24 Novembre 2010.
Gli studenti manifestavano dinnanzi al Senato, con quello che sarebbe diventato il simbolo delle rivendicazioni studentesche anche negli anni seguenti: i book block: ricostruzioni di copertine di libri famosi, tenuti in corteo per rivendicare cultura, formazione e libero accesso ad esse.
Le accuse si rivelano gravissime, e gli studenti rischiano oltre 5 anni di carcere. Oltre a ribadire la nostra solidarietà in via scritta e telematica, auspichiamo a momenti fisici ed iniziative nelle Università e nei luoghi della formazione, per ribadire che la lotta studentesca non deve essere repressa né processata.
Gli attentati verso la Costituzione e non verso gli organi, vengono perpetrati ogni giorno da 3 anni a questa parte, scavalcando l’art.34 della Costituzione ed i diritti fondamentali degli studenti e delle studentesse, degli insegnanti precari e non precari e dei ricercatori.
Solidarietà massima agli studenti, c’eravamo davvero tutti.

ROSSELLA PUCA
Prc Salerno

Un commento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*