Bullismo omofobico. Prima ricerca nazionale di Arcigay

No del 50% degli Istituti scolastici alla somministrazione di un questionario sull’omofobia e  decine di storie di vittime di bullismo omofobico: saranno questi tra gli elementi della presentazione della prima ricerca nazionale sul bullismo omofobico nella scuola italiana di mercoledì 7 luglio a Roma, presso il Centro Congressi Cavour in Via Cavour 50/a dalle ore 10.
La ricerca realizzata da Arcigay, la maggior associazione di gay e lesbiche italiani, nell’ambito di un progetto co-finanziato dal Ministero del Lavoro, Salute e Politiche So-ciali, teso alla creazione di interventi per la prevenzione del bullismo di origine omofobica, nella scuola superiore è prima ed unica nel suo genere in Italia.

Nel corso del seminario il dott. Gabriele Prati, dell’Università degli studi di Forlì, offrirà da-ti aggiornati sulla diffusione del bullismo antigay tra adolescenti e un quadro nazionale chiaro del fenomeno fino ad ora raccontato per via aneddotica o sulla base di ricer-che europee o interregionali. Il quadro sarà la premessa per lo studio e l’implementazione di strategie istituzionali utili a prevenire il disagio degli studenti omosessuali (e non) nella scuola e nel gruppo dei pari dove sovente sono vittime di discriminazione e pregiudizio.

Interverranno: Maura Chiulli (Segreteria Naz. Arcigay – Sett. Scuola), dott. Gabriele Prati (Università di Bologna – Supervisore scientifico della ricerca), Marco Coppola e Fabio Saccà (Arcigay – Coordinatori del Progetto), Paolo Patanè (Presidente Nazionale Arcigay)
Modererà l’incontro il dott. Rosario Murdica (Coordinatore Naz. Progetti Arcigay).Saranno inoltre presenti rappresentanze de: Ministero del Lavoro e delle Politi-che Sociali, Ministro delle Pari Opportunità, Ministro della Gioventù, UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali.

Per informazioni:
Fabio Saccà 3491777021
Marco Coppola 3465349203

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*