precari

Dopo le Invalsi rilanciamo: per una scuola che non sia azienda

Siamo soddisfatti delle percentuali di boicottaggio delle prove invalsi ottenute a Cosenza ed in provincia, così come in tutta Italia con una campagna nazionale che ha coperto l’Italia da Nord a Sud,  segno che il messaggio che abbiamo provato a lanciare è stato recepito dagli studenti. Altrettanto soddisfatti anche per l’esito del corteo da noi …

Dopo le Invalsi rilanciamo: per una scuola che non sia azienda Leggi altro »

No e ancora No: il 7 ottobre studenti in piazza a Cosenza

Il 7 Ottobre, la generazione ingovernabile scende nelle strade! Sotto questo unico grido le due principali organizzazioni studentesche cosentine chiamano a raccolta gli studenti per le ore 8:00 con punto d’incontro in piazza Loreto, per aderire al la giornata nazionale di mobilitazione lanciata dal network StudAut. Il Collettivo Autonomo Studentesco e i/le Giovani Comunisti/e di …

No e ancora No: il 7 ottobre studenti in piazza a Cosenza Leggi altro »

Jobs Act, la svolta di Renzi: poco lavoro fisso e bassi salari

Inps. Da gennaio ad aprile 2015 l’aumento del lavoro a tempo indeterminato è stato trainato dalle conversioni dei contratti e non da nuove assunzioni nette. Le retribuzioni mensili dei neoassunti, con e senza tutele crescenti, diminuiscono rispetto all’anno scorso L’Inps ha pub­bli­cato ieri il bol­let­tino dell’Osservatorio sul pre­ca­riato in cui ven­gono regi­strate le atti­va­zioni e ces­sa­zioni …

Jobs Act, la svolta di Renzi: poco lavoro fisso e bassi salari Leggi altro »

«Ragazzi meno vacanze, più lavoro ai mercati»

Robo­coop. «Troppi tre mesi di vacanze sco­la­sti­che — ha detto il mini­stro del lavoro Giu­liano Poletti — Magari un mese potrebbe essere pas­sato a fare for­ma­zione». «I miei figli sono andati al magaz­zino gene­rale a spo­stare le casse della frutta». Rea­zione vee­mente tra gli stu­denti ita­liani, i più pre­cari d’Europa: «Sono parole deli­ranti e allu­ci­nanti» «Un mese di vacanza …

«Ragazzi meno vacanze, più lavoro ai mercati» Leggi altro »

Jobs Act e solitudine

Per rivelare la verità dell’opera di governo Renziana bisogna bypassare il mondo della comunicazione e della propaganda che i media mainstream hanno votato alla santificazione del premier ma soprattutto bisogna decostruire l’ordine del discorso dominante nello spazio pubblico, ormai intossicato dalla propaganda di governo, scoprendo la ratio reale della governance attuale. Neanche il grande fratello …

Jobs Act e solitudine Leggi altro »

Call center, fuori 3 mila

Operatori a rischio. Wind riassegna le commesse e gruppi come Almaviva o Infocontact potrebbero restare fuori: a pagare sarebbero 1800 lavoratori in Calabria e 1300 in Sicilia. I sindacati chiedono un tavolo urgente al governo. La Cgil: “Regole contro le delocalizzazioni e maggiori tutele nei passaggi di appalto” È di nuovo allarme nei call cen­ter: …

Call center, fuori 3 mila Leggi altro »

Giovani, l’addio al futuro

Al di là della valanga di buone intenzioni per il 2015, per quanto riguarda la dura realtà della situazione economica è girato in questi giorni il Rapporto Giovani 2014 promosso dall’Istituto Giuseppe Toniolo in collaborazione con l’Università Cattolica. Si tratta di una sorta di sondaggio sulla condizione dei giovani in Italia. Ci sono numeri da …

Giovani, l’addio al futuro Leggi altro »

Jobs act, un referendum

L’emanazione del decreto attua­tivo del Jobs act, che eli­mina, in sostanza, la tutela dell’articolo 18 dello Sta­tuto per i futuri con­tratti a tempo inde­ter­mi­nato non chiude affatto la par­tita, ma è solo la pre­messa del con­fronto vero che avrà per pro­ta­go­ni­sti i lavo­ra­tori, nelle piazze e, se neces­sa­rio, alle urne in un refe­ren­dum abrogativo. Non è inu­tile, comun­que, ma anzi …

Jobs act, un referendum Leggi altro »

Mondo precario, come conquistare visibilità e forza

La politica tace, l’informazione se ne infischia, eppure precariato e precarietà sono la priorità. Per diventare visibili una via può essere l’alleanza nel più vasto esercito delle classi subalterne Un grido di dolore e di allarme sulle “gene­ra­zioni per­dute” quello con­se­gnato a un edi­to­riale della rivi­sta “Histo­ria Magi­stra” da Piero Bevi­lac­qua, uno stu­dioso che ha sem­pre riflet­tuto, …

Mondo precario, come conquistare visibilità e forza Leggi altro »

Ken Loach: «La flessibilità funziona solo per i padroni»

Il regista a Roma. “Succede in tutta Europa. La chiamano flessibilità ma funziona solo per i datori, non per i lavoratori che chiedono uno stipendio sicuro. Anche oggi si controllano le menti: la Chiesa è sostituita dal mercato” “Sta succedendo in tutta Europa: la chiamano flessibilità del mercato del lavoro, pensano che i lavoratori siano …

Ken Loach: «La flessibilità funziona solo per i padroni» Leggi altro »

Gallino: “Il Jobs Act? Una pericolosa riforma di destra”

Il premier Renzi, l’Europa e i mercati lo auspicano da tempo, meno gli operai, i precari e gli studenti che saranno in piazza ad assediare il Senato. Finito l’iter il Jobs Act sarà legge, per il sociologo Luciano Gallino siamo “alla mercificazione del lavoro, è un provvedimento stantio e pericoloso”. Scusi professore, lei parla di …

Gallino: “Il Jobs Act? Una pericolosa riforma di destra” Leggi altro »

La Corte europea: “La precarietà scolastica è illegittima”

«È con enorme soddisfazione che accogliamo la sentenza con la quale la Corte di Giustizia Europea ha sancito il diritto dei precari e delle precarie della scuola italiana, docenti e ATA, alla stabilizzazione e al riconoscimento degli scatti di anzianità. Abbiamo sempre sostenuto quello che oggi la Corte, autorevolmente e inequivocabilmente, sancisce: i governi italiani …

La Corte europea: “La precarietà scolastica è illegittima” Leggi altro »