Calabria

[Cosenza- 5.09] Un piano d'investimenti per la scuola

In Calabria sono inagibili nove scuole su dieci. in ben 2.400 istituti si registra la presenza di amianto con un bacino di 350.000 alunni e 50.000 docenti coinvolti. A partire dal 2001 la mancanca di sicurezza delle scuole ha provocato 30 vittime.
È una situazione questa -gravissima- che noi denunciamo da anni e che ogni anno ci porta in piazza nella speranza che qualcuno nei palazzi della Regione ci ascolti. Anche quest’anno annunciamo un autunno caldo! Ci uniamo al grido d’allarme di Codacons e chiediamo di non aprire quegli istituti a rischio che possono rappresentare un pericolo per la sicurezza di studenti e docenti.
La Calabria ha tanto bisogno peró di un investimento serio sull’edilizia scolastica così come sul diritto allo studio dei giovani e delle giovani calabresi a cui devono essere garantite un’istruzione di qualità (dalle elementari all’università) e la possibilità di costruirsi un futuro dignitoso nella propria terra. Perché da questa terra si fugge per disperazione, chi può preferisce crescere i propri figli e le proprie figlie altrove o comunque preferisce farli studiare altrove in quanto sembra l’unico modo per offrire a loro una vita migliore. Colpa di una classe dirigente che ha badato solo alla propria autoconservazione e al proprio profitto. Noi non vogliamo e non possiamo permetterlo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookies policy. Cliccando sul pulsante "Accetto" acconsenti all’uso dei cookies.