Scuola e Università

AGENZIA DELLE ENTRATE IN TOSCANA : GIÙ LE MANI DAGLI STUDENTI!

lasciate_ogni_speranza_entrate

Lo scorso 12 Maggio, il CDA dell’ARDSU Toscana ha preso un’importante decisione per il futuro di tutti gli studenti toscani. Negli scorsi mesi l’Agenzia dell’Entrate ha intavolato un percorso di accertamenti per la questione dei rimborsi dell’IVA richiesti dall’ARDSU. La questione comporta un possibile pagamento degli arretrati da parte dell’ARDSU per un ammontare di 20 milioni di euro e di ... Continua a leggere »

CONTRO IL NUMERO CHIUSO! A Milano e in tutta Italia.

img_5629-1

NO al numero chiuso all’universitàOggi all’ Università Statale di Milano il Senato accademico si pronuncia sulla possibilità che i corsi di laurea triennale dei dipartimenti umanistici introducano il test d’accesso.  Riteniamo folle l’ipotesi che rischia di diventare realtà : è infatti semplicemente assurdo che in un contesto nazionale di crollo di immatricolazioni, di peggioramento della qualità della didattica, di inevitabile ... Continua a leggere »

Il 9 maggio boicotta gli INVALSI, lotta per il diritto allo studio!

IMG_20170505_154938

Dopo quelli somministrati in questi giorni nelle scuole primarie, per le prove Invalsi martedì 9 maggio sarà il turno delle scuole superiori. Continuiamo a opporci fermamente a questi test, che da anni stanno diventando l’asse portante del modello di istruzione e formazione. Ci opponiamo perché questi quiz costituiscono ed incarnano tutto ciò che noi riteniamo dannoso per la scuola. Se ... Continua a leggere »

In Toscana tra il DSU e l’Agenzia delle Entrate c’è di mezzo il diritto allo studio!

15778303_1223858561039308_843130537_o

Abbiamo appreso dai rappresentanti studenteschi in CdA dell’ Agenzia regionale per il Diritto allo studio Universitario e successivamente da qualche articolo apparso sui giornali della pesante situazione debitoria dell’ Azienda per il Diritto allo studio universitario Toscana  . L’agenzia delle entrate Toscana infatti, pretende dal DSU, per una liquidazione IVA errata  dal 2011 al 2015, 45 milioni di euro comprensivi ... Continua a leggere »

CONTRO LA LORO IDEA DI ALTERNANZA, LA NOSTRA IDEA DI ALTERNATIVA.

17626567_1501557553210812_7283580188289417744_n

La nostra idea di formazione per #unaltrofuturo L’alternanza scuola lavoro non può essere obbligatoria ma deve essere una possibilità. … Deve essere inserita in un progetto coerente con il tipo di percorso scolastico scelto dallo studente Non deve essere gratuita ma retribuita nel quadro di un accordo con i rappresentanti di studenti e lavoratori. Le aziende scelte per l’alternanza devono ... Continua a leggere »

Cambiano i ministri, ma la precarietà rimane. La lotta fa scuola.

091001scuola

A poche settimane dalle dimissioni del governo è possibile tirare un piccolo bilancio delle diverse questioni rimaste irrisolte sulla scuola. Oltre a consegnarci in eredità una pessima riforma del sistema scolastico, la legge 107/2015, cui l’intero mondo della scuola si è opposto, la situazione del precariato scolastico è stata lasciata in una situazione di incertezza totale sul proprio futuro. Infatti, ... Continua a leggere »

Gioco sporco e antidemocratico della rettrice: studenti dell’ateneo aquilano a rischio estromissione politica!

forza

Quanto sta accadendo in questi giorni nella città de L’Aquila ci rende particolarmente preoccupati. Il testo che qui segue e che esprimeva il nostro dissenso politico e morale dalle scelte pseudo-fasciste della rettrice dell’Università degli Studi dell’Aquila, Paola Inverardi, non ha ricevuto pubblicazione su nessuna testata locale. I compagni aquilani sono andati a caccia di giornalisti, hanno chiamato redazioni e ... Continua a leggere »

Non c’è più tempo. Diritto allo studio reale!

forza

Il 17 novembre è la giornata del diritto allo studio. Dopo un decennio di tagli indiscriminati e lineari oggi ogni prospettiva di rifinanziamento è fuori dall’agenda di questo governo, che con la Buona scuola altro non fa che privatizzare l’istruzione rendendo le scuole e le università nient’altro che aziende. Tasse in crescita, disagi strutturali, disorganizzazione didattica e una maldistribuzione delle ... Continua a leggere »

Buone notizie dalle elezioni studentesche in Toscana

In questi giorni anche in Toscana si sono svolte le elezioni per il rinnovo delle cariche di rappresentanza studentesca nelle scuole superiori. I Giovani Comunisti hanno portato il loro contributo alla promozione di liste volte a garantire il diritto allo studio e ad impegnarsi nelle sfide politiche che riguarderanno gli studenti e le studentesse. Siamo davvero felici di poter formulare ... Continua a leggere »

LUCIANO VIOLANTE FA LEZIONE ALL’INSUBRIA: COME VIOLARE LE REGOLE DELLA DEMOCRAZIA, ANCORA UNA VOLTA

Luciano Violante all’Insubria. L’ex Presidente della Camera dei Deputati, apertamente schierato per il SI al referendum costituzionale del 4 dicembre, terrà a pochi giorni dal voto una lectio magistralis sulla necessità di modificare la Carta Fondamentale, ovviamente senza contraddittorio. In particolare la “lezione” si terrà il 17 novembre, giornata del diritto allo studio. Verrebbe da dire: oltre il danno, la ... Continua a leggere »

Tutti sono uguali…ma chi si iscrive alle scuole private è più uguale degli altri!

proteste_15_novembre_2013_3_roma

Chi si aspettava che in queste settimane il governo e la maggioranza che lo sostiene si occupassero solo della campagna per il referendum sulla manomissione della Costituzione, si sbagliava. Tra qualche vuoto spot elettorale in televisione e una buona dose di manganellate a chi si permette di esprimere dissenso, il governo Renzi sta scrivendo un’altra pagina della sua triste storia. ... Continua a leggere »

Intimidazioni all’Unical contro il collettivo ControVerso: No pasaran!

IMAG0030

Queste immagini raffigurano lo stato nel quale questa mattina abbiamo trovato la sede del Collettivo Autonomo Controverso. Al di là di tutte le contraddizioni e critiche possibili, è evidente che chi è entrato ed ha devastato uno dei pochi spazi liberi dell’Università della Calabria credeva di intimorirci e di fermare il nostro impegno politico, sociale e culturale e la nostra ... Continua a leggere »