Scuola e Università

La loro idea di alternanza, La nostra battaglia per l’alternativa

IMG-20171102-WA0017

Il giorno 24 novembre, data di mobilitazione studentesca contro l’alternanza scuola-lavoro, i Giovani Comunisti/e saranno nelle piazze di tutta Italia per ribadire il nostro no a una legge scellerata, la l.107 detta “Buona Scuola” , e al progetto in essa contenuto di alternanza scuola-lavoro. Saremo in ogni piazza a ripetere la nostra contrarietá a un progetto che rende gli studenti ... Continua a leggere »

Infortunio studente spezzino, Gc La Spezia: “Alternanza scuola-lavoro è sfruttamento senza tutela”

IMG_20171010_094437

[da Cronaca4, 6 ottobre 2017 – http://laspezia.cronaca4.it/2017/10/06/infortunio-studente-spezzino-gc-la-spezia-alternanza-scuola-lavoro-sfruttamento-senza-tutela/57550/ ] LA SPEZIA – «L’altra mattina uno studente di 17 anni dell’Istituto Capellini-Sauro ha subito un incidente che ha provocato la rottura della tibia mentre stava prestando alternanza scuola-lavoro in un’azienda di riparazione di motori nautici : lo studente si trovava alla guida di un muletto per il quale è necessario essere in possesso di patente, ed ... Continua a leggere »

Contro l’alternanza scuola-lavoro

IMG-20170921-WA0025

Appunti per la costruzione di una piattaforma di lotta a cura del dipartimento Scuola e Università dei/delle Giovani Comunisti/e 1. Che cos’è La L.107, detta anche Buona Scuola, tra i suoi assi portanti tutti indistintamente volti a mutare il ruolo della scuola, da baluardo costituzionale da valorizzare e potenziare, a contenitore passeggero da definanziare ed aziendalizzare, presenta anche i percorsi ... Continua a leggere »

Ancora bandiere fasciste sul monte Brugiana: adesso basta!

IMG_9431

Questa mattina è successo di nuovo: il professor Manfredo bianchi, non contento dell’aver sventato la bandiera della Repubblica Sociale qualche giorno prima dell’anniversario della strage di Vinca, e salito sul monte Brugiana, stavolta in compagnia, per esibire la bandiera della X Mas. Le provocazioni dell’insegnante dell’istituto Zaccagna sono inaccettabili per un territorio macchiato dal sangue di partigiani e civili e ... Continua a leggere »

Insegnanti nostalgici di Salò? No grazie!

photo_2017-08-24_22-12-15

173: questo è il numero delle vittime della strage di Vinca, per lo più donne, anziani e bambini, trucidate il 24 agosto 1944 dalla 16 SS-Panzergrenadier-Division “Reichsführer-SS” e delle Brigate Nere. Nazisti tedeschi e fascisti italiani uniti in quell’eccidio come negli altri compiuti sulle Alpi Apuane, sulle quali correva la Linea Gotica e terra di Resistenza. Per quella strage ci ... Continua a leggere »

Licei Brevi: E’ ora di cambiare rotta. Con urgenza

tagli-scuola

Licei Brevi: E’ ora di cambiare rotta. Con urgenza Apprendiamo con ferma contrarietà ma senza sorpresa la notizia della firma, da parte del Ministro dell’Istruzione, del decreto che dà l’avvio alla sperimentazione dei licei in 4 anni, con le prime 100 scuole che hanno aderito e che potrebbe fare da apripista ad un modello esteso a tutti gli istituti secondari ... Continua a leggere »

Neoinsegnanti tra percorsi ad ostacoli e guerre tra poveri. Una proposta per una ricomposizione delle lotte nell’era della pessima scuola.

precari2_3284

NEOINSEGNANTI TRA PERCORSI AD OSTACOLI E GUERRE TRA POVERI. UNA PROPOSTA PER UNA RICOMPOSIZIONE DELLE LOTTE NELL’ERA DELLA PESSIMA SCUOLA. Già l’anno scorso denunciavamo una insostenibile situazione di stallo che gli aspiranti insegnanti stavano vivendo, con l’intendimento del governo di trovare una soluzione con qualche semplice correttivo ad un impianto di reclutamento sbagliato ed inefficace nella impostazione; ferma restando la ... Continua a leggere »

Arresto a Monza: Basta con sfruttamento mascherato da alternanza scuola-lavoro

nofaccioschiafo-cop~2

Riteniamo vergognosa la notizia che ci giunge da Monza, dove é stato arrestato un imprenditore per avere violentato 4 studentesse minorenni che nella sua azienda stavano prestando servizio per Alternanza scuola-lavoro. La notizia, disgustosa e raccapricciante, ci dimostra una volta in più come il progetto dell’alternanza, oltre che inutile e dannoso di per sè, diventa estremamente pericoloso a causa della ... Continua a leggere »

AGENZIA DELLE ENTRATE IN TOSCANA : GIÙ LE MANI DAGLI STUDENTI!

lasciate_ogni_speranza_entrate

Lo scorso 12 Maggio, il CDA dell’ARDSU Toscana ha preso un’importante decisione per il futuro di tutti gli studenti toscani. Negli scorsi mesi l’Agenzia dell’Entrate ha intavolato un percorso di accertamenti per la questione dei rimborsi dell’IVA richiesti dall’ARDSU. La questione comporta un possibile pagamento degli arretrati da parte dell’ARDSU per un ammontare di 20 milioni di euro e di ... Continua a leggere »

CONTRO IL NUMERO CHIUSO! A Milano e in tutta Italia.

img_5629-1

NO al numero chiuso all’universitàOggi all’ Università Statale di Milano il Senato accademico si pronuncia sulla possibilità che i corsi di laurea triennale dei dipartimenti umanistici introducano il test d’accesso.  Riteniamo folle l’ipotesi che rischia di diventare realtà : è infatti semplicemente assurdo che in un contesto nazionale di crollo di immatricolazioni, di peggioramento della qualità della didattica, di inevitabile ... Continua a leggere »

Il 9 maggio boicotta gli INVALSI, lotta per il diritto allo studio!

IMG_20170505_154938

Dopo quelli somministrati in questi giorni nelle scuole primarie, per le prove Invalsi martedì 9 maggio sarà il turno delle scuole superiori. Continuiamo a opporci fermamente a questi test, che da anni stanno diventando l’asse portante del modello di istruzione e formazione. Ci opponiamo perché questi quiz costituiscono ed incarnano tutto ciò che noi riteniamo dannoso per la scuola. Se ... Continua a leggere »

In Toscana tra il DSU e l’Agenzia delle Entrate c’è di mezzo il diritto allo studio!

15778303_1223858561039308_843130537_o

Abbiamo appreso dai rappresentanti studenteschi in CdA dell’ Agenzia regionale per il Diritto allo studio Universitario e successivamente da qualche articolo apparso sui giornali della pesante situazione debitoria dell’ Azienda per il Diritto allo studio universitario Toscana  . L’agenzia delle entrate Toscana infatti, pretende dal DSU, per una liquidazione IVA errata  dal 2011 al 2015, 45 milioni di euro comprensivi ... Continua a leggere »