Memoria e cultura

A due anni dall’omicidio. Ferroni: Verità e giustizia per Giulio Regeni!

Due anni fa, in questo stesso giorno, la violenza di un regime oppressivo e autoritario si scatenava contro un giovane ricercatore. Giulio Regeni scompariva a Il Cairo. Rapito e torturato probabilmente per giorni veniva poi abbandonato lungo una strada secondaria. Da subito i Giovani Comunisti hanno deciso da che parte stare, da quella della famiglia di Giulio e di tutti ... Continua a leggere »

Giovani Comunisti/e: I 10 giorni che sconvolsero il mondo!

Cento anni fa’, ad ottobre, secondo il calendario ortodosso, il fronte del capitalismo mondiale venne messo duramente in discussione da quell’episodio passato alla storia come “presa del palazzo d’inverno”, fu’ l’assalto al cielo della Russia zarista, l’assalto alla povertà, il rifiuto dello sfruttamento, la conquista del potere politico. Non vi è nulla di nostalgico nella nostra volontà di ricordare una ... Continua a leggere »

Per non dimentiCARLO, 20 luglio tutte e tutti a Genova – Giovani Comunisti/e

Sono passati 16 anni dai fatti del G8 di Genova e dalla morte di Carlo Giuliani, vittima della repressione dello stato a soli 23 anni. La stessa repressione che sembra, come una fitta coltre di smog, essere tornata a invadere le strade, le piazze, la vita di mezza italia veicolata anche dai contenuti della legge Minniti/Orlando; La stessa repressione che, ... Continua a leggere »

I/Le Giovani Comunisti/e oggi in Piazza Alimonda, per non dimentiCarlo!

In occasione dei 15 anni dalla morte di Carlo Giuliani e del g8 di Genova, i/le Giovani Comunisti/e hanno organizzato, proprio a Genova, una mostra e un’iniziativa, la quale ha avuto ottimi risultati determinati da una grande partecipazione, per ricordare le idee e le speranza per un altro mondo, che ci hanno legato in tutti questi anni a Carlo. Quindici ... Continua a leggere »

15 Anni Da Genova 2001: è ancora necessario un movimento globale per l’alternativa?

di Andrea Ferroni, Portavoce Nazionale Giovani Comunisti/e Il g8 di Genova del 2001 rappresentò un reale momento di unità dei movimenti, dei partiti, delle associazioni e dei singoli che si impegnavano e lottavano uniti per un altro modo possibile. Un’alternativa al modello capitalistico, al consumismo ed al predominio del profitto. In quei giorni c’erano soggetti provenienti da storie e culture ... Continua a leggere »

La Chiesa, l’Italia e l’Istruzione. Un trio bigotto.

La Chiesa ha potuto gestire per secoli, pressoché in esclusiva, l’educazione degli italiani. Solo la nascita dello Stato unitario, contro cui la Chiesa si batte e che non riconosce fino all’avvento del fascismo, riesce a creare dei problemi a questa rendita di posizione, anche se il percorso non è lineare. La situazione inizia a cambiare solo con il Risorgimento: con ... Continua a leggere »

L’analisi del linguaggio nella tradizione marxista

La questione del linguaggio non è secondaria per le classi dominanti, anzi è uno degli strumenti funzionali al mantenimento del proprio dominio sulle classi subalterne. Nel marxismo, benché non sia stata formulata una teoria della lingua e del linguaggio, si possono trovare indicazioni e premesse orientative per procedere in questo senso e per comprendere, tra l’altro, l’uso che del linguaggio ... Continua a leggere »

In ricordo del primo assalto al cielo

In occasione del 98° anniversario della Rivoluzione d’Ottobre i Giovani Comunisti ricordano l’evento con le parole stesse di chi quella Rivoluzione la guidò e la portò a compimento gettando i presupposti per la successiva costruzione dell’URSS, primo stato operaio e proletario della Storia. Per questo ricordiamo l’evento con le parole pronunciate dallo stesso Lenin riportando ampi stralci del discorso che ... Continua a leggere »

Pier Paolo Pasolini, la verità si dice facendola

Si scrive troppo, su Pier Paolo Pasolini. Si scrive troppo in generale, e ancora di più su Pier Paolo Pasolini. D’altronde, a chi non piace, Pasolini? A chi non piace il profeta, quello che sapeva i nomi, quello che aveva anticipato Berlusconi e Matteo Renzi, quello che non si piegava mai—quello che, come ricorda un bell’articolo di Wu Ming 1 ... Continua a leggere »

Una guerra dimenticata: quando gli invasori eravamo noi

Nel 2015 si è ricordato, seppur quasi in sordina, il settantesimo anniversario della liberazione dal nazifascismo. Un revisionismo storico ormai sempre più padrone della scena pubblica ne ha definito una immagine edulcorata secondo cui passa in secondo piano il valore della Resistenza, il ruolo avuto non soltanto dagli USA ma anche dalla allora Unione Sovietica per sconfiggere Hitler e Mussolini, ... Continua a leggere »