Approfondimenti

Prontuario, come e perchè boicottare i test Invalsi!

Piccolo prontuario per boicottare i test Invalsi e perchè boicottarli ➟ Un test a crocette non lascia nessuno spazio alla comprensione critica e all’apprendimento complessivo delle materie studiate, è inaffidabile dal punto di vista dei risultati, non tiene conto delle differenze di indirizzo scolastico a testimonianza del fatto che la scuola si sta asservendo sempre più alle logiche di un ... Continua a leggere »

No alla guerra tra Poveri, l’accoglienza è un’altra cosa!

I muri chiusi diventano gabbia -Europa Dopo le già denunciate e gravissime dichiarazioni del ministro della difesa austriaco Hans Peter Doskozil rispetto alla possibile chiusura totale del Brennero, la vittoria elettorale dell’estrema destra austriaca dello xenofobo Hofer al primo turno e lo sciagurato accordo con la Turchia di Erdogan si direbbe che dall’Europa dei popoli si stia passando irrimediabilmente alla ... Continua a leggere »

Boicottare il primo maggio.

1 maggio, SIAMO APERTI. Così recitano molti striscioni sui centri commerciali in varie parti del Paese. “Evviva”, dirà il lettore/consumatore. Posso andare a fare spesa anche di domenica, anche durante una festa, quando sono più comodo. In fondo, gran parte del popolo italiano ha interiorizzato da tempo il diktat del mercato “work, buy, consume, die” (in italiano “lavora, acquista, consuma ... Continua a leggere »

Il Primo maggio, festa dei lavoratori, boicotta gli esercizi commerciali aperti!

Anche il Primo Maggio, festa delle lavoratrici e lavoratori, dopo il 25 Aprile, il mondo della distribuzione terrà le serrande sollevate. Gli effetti della cd. deregulation sono sotto gli occhi di tutti. Gli esercizi commerciali sono diventati dei giganteschi contenitori di occupazione precaria. Attraverso il lavoro nei festivi, si impone di fatto una organizzazione del lavoro che vede il lavoratore ... Continua a leggere »

REFERENDUM: 15 MILIONI DI ITALIANI SONO STANCHI DI QUESTA POLITICA!

Oltre il 32% degli elettori di tutta Italia conferma quello che sosteniamo da tempo: il petrolio e gli idrocarburi vanno abbandonati. È necessaria una politica differente.   Questa mattina Renzi e il PD gongolano per il mancato raggiungimento del quorum al referendum contro le trivelle. Francamente non si capisce cosa ci sia da gongolare quando più di 15 milioni di ... Continua a leggere »

Taranto-Giovani Comunisti/e: “più diritti agli studenti del polo jonico”

I Giovani Comunisti di Taranto chiedono che la sede dell’ADiSU resti sui territori e rilanciano chiedendo servizi migliori perché, senza diritto allo studio, l’università esiste solo per chi può permettersela. Un decreto d’urgenza del presidente A.Di.S.U. Puglia, infatti, potrebbe riformare l’assetto organizzativo dell’Agenzia per il Diritto allo Studio universitario tagliando ogni sede distaccata presente sulla regione, decisione presa senza passare ... Continua a leggere »

Il senso del referendum

l’impatto ambientale Anche ad uno stolto non sfuggirebbe che qualunque tipo di impianto ha un certo impatto sul pianeta. Figuriamoci un impianto la cui funzione è estrarre dal sottosuolo del materiale che ne costituisce la struttura da millenni, e che viene estratto tramite l’immissione di un fluido necessario alla perforazione (aria, acqua o fango, a seconda della tipologia). Immaginare che ... Continua a leggere »

Il referendum del 17 aprile: dalle contraddizioni politiche della fase attuale, alle menzogne sull’occupazione.

La fase attuale ci parla di un contesto dalle forti contraddizioni politiche. Oggi coloro che invitano la popolazione all’astensione o addirittura al voto contrario, sono gli stessi che in questi anni di Governo hanno di fatto tagliato ogni forma di tutela del lavoratore, con la generalizzazione del contratto a termine, per un lavoro povero e senza diritti; sono gli stessi ... Continua a leggere »

Referendum del 17 aprile: un pugno di sabbia negli ingranaggi nel sistema

Care compagne e cari compagni Il 17 Aprile abbiamo un appuntamento importante con il nostro pianeta Terra e con le nostre vite. Il referendum del 17 Aprile  non deve essere visto né come un punto di arrivo né tantomeno come un punto di partenza, bensì  un momento di transizione per continuare a costruire il percorso di un  necessario cambiamento culturale ... Continua a leggere »

Dispensa di formazione politica – a cura dei GC Milano

Nell’ottica di offrire una necessaria “cassetta degli attrezzi” i Giovani Comunisti/e di Milano hanno adottato una dispensa di formazione utile a introdurre i compagni e le compagne (o anche solo ai curiosi) che volessero approcciarsi a concetti come marxismo, socialismo, comunismo, imperialismo, ecc. Crediamo infatti che in un’epoca di forte sbandamento ideologico e organizzativo della sinistra italiana, non ci possa ... Continua a leggere »

Rompere la gabbia liberista dell’Europea: la sfida per il futuro da accettare oggi!

Approfondimento   Il contesto. Dopo la caduta del muro di Berlino gli equilibri mondiali andavano ridisegnati. In Italia per tutta la seconda metà del secolo breve gli ambienti moderati e di destra praticavano una politica di contenimento rispetto all’avanzata e all’egemonia della sinistra e dei comunisti. Ciò avveniva evitando di calcare le differenze tra i soggetti sociali praticando un interclassismo ... Continua a leggere »

Giovani Comunisti:”DiEM25 Quale futuro per l’Europa”

La crisi mondiale ha aperto nuovi interrogativi sull’intervento in politica dei corpi sociali e dei soggetti politici organizzati. Il peggioramento delle condizioni materiali ha fatto emergere in modo evidente l’assenza di democrazia in Europa. Valutiamo positivamente la nascita di un movimento che metta in discussione il ruolo dell’Europa come luogo in cui la finanza e il libero mercato siano gli ... Continua a leggere »