Lavoro

Per un’opposizione politica e sociale, per la socializzazione degli asset strategici.

Oggi, 20 ottobre, siamo in piazza a Roma per una manifestazione che ha nelle sue rivendicazioni la critica al modello delle privatizzazioni come strumento per il neoliberismo di estrarre profitto dagli asset strategici per la collettività. Da quando i Governi hanno dismesso il proprio potere per cederlo alle forze del libero mercato, abbiamo avuto un arretramento dei diritti e delle condizioni materiali delle ... Continua a leggere »

BUON PRIMO MAGGIO!

Sono ormai alcuni anni che il Primo Maggio e il 25 Aprile, il mondo della distribuzione non rispetta le ricorrenze che rappresentano il simbolo dell’emancipazione e della libertà da ogni tipo di oppressione. Da quando il Governo Monti, scaricando la responsabilità sui dettami europei per la libera concorrenza, ha introdotto la norma che liberalizza gli orari e le aperture festive ... Continua a leggere »

Giovani Comunisti/e Massa-Carrara: No a Lotta Studentesca il Primo Maggio, fuori i fascisti dalle nostre città!

Non bastavano i fascisti in piazza a Milano il 25 aprile ad infangare la memoria della resistenza. Nella perfetta tradizione di chi consegnò l’Italia all’invasore nazista, oggi Lotta Studentesca ci viene a proporre come soluzione alla disoccupazione giovanile non la lotta all’oppressore, ma la guerra fratricida tra gli oppressi. Come Giovani Comunisti/e saremo in piazza il 25 aprile e il ... Continua a leggere »

L’oro bianco delle Alpi Apuane

Alpi Apuane: sono le bellissime montagne che compongono la provincia di Massa Carrara e avvolgono la sua costa. Non solo belle, ma anche ricche per una loro peculiarità: nelle loro viscere si trova pregiatissimo marmo. Cavato in blocchi dai tempi dei romani, nell’epoca del capitale il mercato più redditizio è quello del carbonato di calcio, ottenuto frantumando le scaglie che ... Continua a leggere »

L’unico che dovrebbe andarsene è Poletti

“Conosco gente che è meglio non stia tra i piedi”. Così il Ministro del Lavoro riguardo la cosiddetta “fuga di cervelli”. Secondo le statistiche circa 100 mila giovani sceglierebbero di andare all’estero per cercare lavoro, non giudicando l’Italia, il Paese in cui hanno studiato e si sono formati, in grado di dargli le giuste opportunità lavorative. Tralasciando le facili battute ... Continua a leggere »

Morire sul lavoro a 23 anni è uno schiaffo ad un’intera generazione.

L’Italia è, una Repubblica fondata sul lavoro. A far vacillare l’articolo uno della costituzione sono i Governi e la Confindustria, incuranti delle migliaia di morti bianche che ogni anno macchiano la vita democratica del paese. Ultima tragedia è la morte di Matteo Bianchi, operaio stagionale di 23 anni, ucciso da un’impastatrice. A oggi sono 593 i morti sul lavoro, dato ... Continua a leggere »

Lavoro e Costituzione. Un filo rosso chiamato democrazia

In questi giorni concitati da pre-referendum costituzionale la difesa della democrazia costituzionale, della sovranità popolare, la contrarietà nei confronti del progetto di partito unico al comando, sono le parole d’ordine di una campagna elettorale che costituisce uno dei punti di svolta per la nostra Italia. La riforma costituzionale non costituisce, tuttavia, altro che il compimento, l’espressione massima dal punti di ... Continua a leggere »

Con i lavoratori del gruppo Marcegaglia: la lotta non si processa!

Tra le scelte del governo Renzi e l’arroganza della classe padronale italiana i lavoratori e i disoccupati subiscono un continuo processo di precarizzazione della propria vita oltre a vere e proprie forme di repressione. Dalla nascita della vertenza dei lavoratori del gruppo Marcegaglia contro la proprietà, abbiamo provato a dare il nostro sostegno a questa lotta, in quanto ribadiva la ... Continua a leggere »

Un “no” sociale al referendum costituzionale.

Il 4 Dicembre saremo invitati a decidere se respingere o meno la riforma costituzionale ideata dal Governo. Una riforma che porrà saldamente sotto gli artigli di una minoranza il governo di questo paese, che sbilancerà i poteri lasciando sostanzialmente alla maggioranza parlamentare  mano libera di fare e disfare leggi a proprio piacimento senza dover tener conto delle altre forze politiche ... Continua a leggere »

Giacomo aveva la nostra età. E’ morto mentre lavorava nell’Ilva di Taranto.

La Federazione dei Giovani Comunisti/e di Taranto esprime cordoglio e vicinanza alla famiglia di Giacomo Campo, giovane operaio della Steel Service, ditta appaltatrice dell’Ilva di Taranto, che questa mattina è rimasto schiacciato da un rullo mentre faceva manutenzione ad un nastro trasportatore. Giacomo aveva la nostra età, è morto mentre svolgeva il suo lavoro. L’ennesimo morto mentre lavorava in una ... Continua a leggere »

L’unica risposta all’assassinio di un operaio è lo sciopero generale ad oltranza contro Governo e Confindustria.

Pagherete caro, pagherete tutto Per  chi non lo avesse capito ancora l’Italia è una dittatura, tra le più subdole che la storia possa ricordare. Non avremo certo la censura o la ferocia della dittatura nazista o di quelle latinoamericane ma in compenso non abbiamo quasi nulla da invidiare. Il Governo Renzi, amico di finanza e grandi industriali, violenta la costituzione ... Continua a leggere »

7 OPERAI VINCONO CONTRO MARCEGAGLIA

La vicenda dei 7 operai Marcegaglia occupanti gli uffici di Via della Casa 12 di Milano si è conclusa con un successo. Il risultato in sé può sembrare piccolo eppure è tanto più importante e storico: Davide ha vinto contro Golia. Sette operai hanno dimostrato che si può lottare e vincere contro uno dei padroni più forti d’Europa. Hanno saputo ... Continua a leggere »