Economia

Per un’opposizione politica e sociale, per la socializzazione degli asset strategici.

Oggi, 20 ottobre, siamo in piazza a Roma per una manifestazione che ha nelle sue rivendicazioni la critica al modello delle privatizzazioni come strumento per il neoliberismo di estrarre profitto dagli asset strategici per la collettività. Da quando i Governi hanno dismesso il proprio potere per cederlo alle forze del libero mercato, abbiamo avuto un arretramento dei diritti e delle condizioni materiali delle ... Continua a leggere »

#GiovaniComunisti:” #LaGuerraFaSchifo e il CONTO LO PAGHI TU!”

Ci risiamo. Il 2015 è finito da poco ed ha visto l’Italia elargire 4.698,1 milioni di € in spese militari, nonostante la forte crisi ed un paese ancora in recessione. Nel quadro sconvolgente e doloroso della barbarie, la guerra colpisce anche tutti noi, dal lavoratore che vede i propri soldi sperperati dallo Stato, al disoccupato che vede venir meno i ... Continua a leggere »

Stop TTIP, la posta in gioco è alta: la democrazia

Che i Parlamenti possano ancora costituire un intralcio materiale rispetto al volere e al potere delle multinazionali e delle grandi lobby del commercio – purtroppo – fa notizia. E la notizia c’è, ed è duplice: lo scorso 10 giugno il Parlamento europeo ha rinviato il voto sul TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership, il trattato di commercio tra UE e ... Continua a leggere »

Expo. Nutrire i padroni, energie per lo sfruttamento

Ci siamo: il 1° maggio verrà inaugurata Expo, l’esposizione universale nella quale 145 Paesi del mondo proporranno, a parole, le loro idee riguardo il futuro dell’alimentazione e dello sviluppo. La realtà è però ben diversa: enormi padiglioni saranno destinati a gigantesche multinazionali dello sfruttamento dei lavoratori e del territorio come McDonald’s, Coca Cola, Ferrero, Nestlé, ecc. Al di là degli ... Continua a leggere »

Siamo milioni, bloccheremo il T-tip

Chissà se la voce “mobilitazioni” fosse contemplata dai rappresentanti della Commissione europea e delle più influenti lobby a livello internazionale quando ad aprile del 2012 iniziarono a incontrarsi a Bruxelles nell’intento di dare corpo e sostanza ad un’area di libero scambio fortemente agognata sin dagli anni ’90 quando venne avviato il Transatlantic Business Dialogue tra Usa e Ue e poi ... Continua a leggere »

Jobs act, un referendum

L’emanazione del decreto attua­tivo del Jobs act, che eli­mina, in sostanza, la tutela dell’articolo 18 dello Sta­tuto per i futuri con­tratti a tempo inde­ter­mi­nato non chiude affatto la par­tita, ma è solo la pre­messa del con­fronto vero che avrà per pro­ta­go­ni­sti i lavo­ra­tori, nelle piazze e, se neces­sa­rio, alle urne in un refe­ren­dum abrogativo. Non è inu­tile, comun­que, ma anzi assai istrut­tivo, riper­corre alcuni momenti ... Continua a leggere »

La guerra di Renzi contro le partite Iva

Quinto Stato. Esplodono le contraddizioni del governo 2.0. La Camera approva la legge di stabilità e aumenta le tasse e i contributi ai coetanei del presidente del Consiglio. Stangata fiscale e previdenziale contro i «nuovi poveri» del lavoro indipendente: l’imposizione crescerà fino al 500%, a rischio almeno 300 mila lavoratori Renzi ha dichia­rato guerra al lavoro auto­nomo e pro­fes­sio­nale. La legge ... Continua a leggere »

Una stabilità di classe

Un legge di grande inutilità. Tagliata la spesa pubblica che è domanda certa. 11 mld di spesa aggiuntiva in deficit sono stati utilizzati solo per ridurre le tasse alle imprese La Legge di Sta­bi­lità votata dal Senato della Repub­blica, assieme al jobs act, è clas­si­sta: nei pre­sup­po­sti e nei con­te­nuti, nel men­tre ali­menta una spia­ce­vole sen­sa­zione di già visto. Ripren­dendo l’introduzione di ... Continua a leggere »

Potrebbe andare peggio…

Il rap­porto Cen­sis sulla situa­zione eco­no­mica del Paese 2014, pur nel suo lin­guag­gio palu­dato come si con­viene a un isti­tuto di ricerca, con­se­gna una foto­gra­fia dell’Italia ine­dita. La sin­tesi è quella di una popo­la­zione impau­rita e sola, vul­ne­ra­bile e, pur­troppo, cinica. La domanda che pos­siamo (dob­biamo) farci è la seguente: potrebbe andare peggio? La rispo­sta è si. Infatti, disa­gio, incer­tezza e rischio di cadere in povertà ... Continua a leggere »

Il neoliberismo contro la democrazia

«La dittatura dello spread» di Alessandro Somma per DeriveApprodi. La ricerca delle origini dell’ideologia neoliberista portano alla crisi tedesca degli anni Trenta. La democrazia e la classe operaia erano il nemico interno che andava combattuto da uno stato forte Nel noto saggio, Le origini culturali del Terzo Reich, pubblicato nel 1968, lo storico tedesco, naturalizzato statunitense, George Lachmann Mosse, analizzando il ... Continua a leggere »

Crisi del capitalismo e rifondazione del comunismo

Care compagne, cari compagni, care lettrici e lettori, pubblichiamo la registrazione integrale del convegno “Crisi del capitalismo e #rifondazione del #comunismo” che abbiamo tenuto a Roma lo scorso 4 ottobre. Interventi di Paolo Ferrero, Roberta Fantozzi, Giovanni Mazzetti, JI Rodriguez Diaz, Domunico Moro, Giovanni Russo Spena, Dino Greco, Guido Liguori, Imma Barbarossa, Cristina Corradi. Il manifesto del convegno redazionale Continua a leggere »