Esteri

Vostre le guerre, nostri i morti! A proposito del corteo contro il G7 dei ministri degli esteri a Lucca

IMG_20170412_151718

A proposito del corteo contro il G7 dei ministri degli esteri a Lucca, a cui è seguita una vergognosa e ingiustificata repressione (leggi anche qui La condanna dell’europarlamentare del PRC Forenza) pubblichiamo la condivisibile riflessione di una compagna che era presente. Dapprima i fatti. Lunedì 10 aprile, una Lucca militarizzata fin dalla mattina, con diverse camionette a decine di poliziotti e ... Continua a leggere »

Niente è impossibile. L’esempio eterno di Fidel Castro

fidel-castro

È difficile descrivere appieno la tristezza di questa mattinata, chi sogna di sfidare l’impossibile oggi ha perso un grande esempio vivente. È vero, le idee restano, le storie insegnano (o almeno dovrebbero), ma il significato simbolico di una morte così colpisce anche l’anima di un laico come me. Siamo più soli sopratutto perché Fidel ci aveva continuato a stupire, ormai ... Continua a leggere »

Orange is the new black. Sulle elezioni americane e noi

trump

La voce sommessa di Enrico Mentana la mattina del 09.11.2016 su LA7 sembrava quella di chi avesse appena ricevuto un pugno allo stomaco. E in effetti il pugno allo stomaco c’è stato, e pure bello forte: la vittoria di Donald Trump alle elezioni presidenziali degli USA non era certo quello che l’establishment finanziario, economico e anche culturale sperava e si ... Continua a leggere »

Europa VS Unione Europea, chi scegliamo di salvare?

brexit-exchange-rate-debate

Il 23 giugno 2016, data del referendum che ha sancito la “brexit”, è una data che probabilmente nei decenni a venire ricorderemo. Una data, però, che non è altro che il culmine di un processo già iniziato molto prima, probabilmente già nel 2008 con l’inizio di questa grande depressione del ventunesimo secolo, che pare viaggiare verso la disgregazione di quello ... Continua a leggere »

No alla guerra tra Poveri, l’accoglienza è un’altra cosa!

Bambini

I muri chiusi diventano gabbia -Europa Dopo le già denunciate e gravissime dichiarazioni del ministro della difesa austriaco Hans Peter Doskozil rispetto alla possibile chiusura totale del Brennero, la vittoria elettorale dell’estrema destra austriaca dello xenofobo Hofer al primo turno e lo sciagurato accordo con la Turchia di Erdogan si direbbe che dall’Europa dei popoli si stia passando irrimediabilmente alla ... Continua a leggere »

Rompere la gabbia liberista dell’Europea: la sfida per il futuro da accettare oggi!

Approfondimento   Il contesto. Dopo la caduta del muro di Berlino gli equilibri mondiali andavano ridisegnati. In Italia per tutta la seconda metà del secolo breve gli ambienti moderati e di destra praticavano una politica di contenimento rispetto all’avanzata e all’egemonia della sinistra e dei comunisti. Ciò avveniva evitando di calcare le differenze tra i soggetti sociali praticando un interclassismo ... Continua a leggere »

Giovani Comunisti:”DiEM25 Quale futuro per l’Europa”

La crisi mondiale ha aperto nuovi interrogativi sull’intervento in politica dei corpi sociali e dei soggetti politici organizzati. Il peggioramento delle condizioni materiali ha fatto emergere in modo evidente l’assenza di democrazia in Europa. Valutiamo positivamente la nascita di un movimento che metta in discussione il ruolo dell’Europa come luogo in cui la finanza e il libero mercato siano gli ... Continua a leggere »

#GiovaniComunisti:” #LaGuerraFaSchifo e il CONTO LO PAGHI TU!”

#LaGuerraFaSchifo

Ci risiamo. Il 2015 è finito da poco ed ha visto l’Italia elargire 4.698,1 milioni di € in spese militari, nonostante la forte crisi ed un paese ancora in recessione. Nel quadro sconvolgente e doloroso della barbarie, la guerra colpisce anche tutti noi, dal lavoratore che vede i propri soldi sperperati dallo Stato, al disoccupato che vede venir meno i ... Continua a leggere »

GC/Perugia: “Involuzione turca: dal Kemalismo ad Erdogan”

img_3928-1.jpg

Tratto da: https://gcperugia.wordpress.com di Mattia Baldoni – Giovani Comunisti Perugia La Repubblica di Turchia nasce dai trattati di Parigi del primo dopoguerra, esattamente da quello di Sevres (1922), che smantellava lo sconfitto e decadente Impero Ottomano, riducendo la sua indipendenza alla penisola anatolica ed avviando il “regime dei mandati” per i suoi ex-possedimenti in Medio Oriente. Nel 1923, il maresciallo ... Continua a leggere »

GC: “Gli eroi son tutti giovani e belli. L’insegnamento di Giulio.”

Giulio

di Antimo Caro Esposito Esecutivo Nazionale Giovani Comunisti/e Giulio Regeni era un ricercatore di 28 anni con un dottorato a Cambridge. Si trovava al Cairo per una tesi sull’economia egiziana prima di essere assassinato. Un grande interesse per il medio oriente. In questi mesi si stava occupando di movimenti operai e di sindacalismo indipendente e aveva contatti con l’opposizione egiziana ... Continua a leggere »

La società liquida rapprende a Parigi

libertà

Si può dire che la politica è guerra senza spargimento di sangue e la guerra è politica con spargimento di sangue. Mao Tse Tung La storia della Francia sintetizza a grandi linee la storia dell’ Occidente moderno. Da Carlo Magno alla Rivoluzione francese, da Napoleone al 68 parigino, la Francia ha rappresentato l’Avanguardia di tutti i grandi cambiamenti che hanno ... Continua a leggere »

L’Arabia Saudita, un Isis che ce l’ha fatta

timthumb

Daesh nero, Daesh bianco. Il primo taglia gole, uccide, lapida, taglia le mani, distrugge il patrimonio comune dell’umanità e disprezza l’archeologia, le donne e i non musulmani. Il secondo è meglio vestito e più ordinato, ma fa le stesse cose. Lo Stato islamico; l’Arabia Saudita. Nella sua lotta contro il terrorismo, l’Occidente fa la guerra contro l’uno ma stringe la mano ... Continua a leggere »