I GC di Cosenza contro l’omofobia.

I GC di Cosenza contro l’omofobia.

Ieri, 18 gennaio, in occasione del convegno “Parliamo di Gender, per una nuova alleanza educativa”, tenutosi presso la Scuola Media G. Falcone di Rende, abbiamo ritenuto opportuno radunarci davanti l’entrata dell’istituto per distribuire un volantino informativo e manifestare il nostro disappunto contro un’iniziativa organizzata senza contraddittorio e per ribadire fortemente che la “Teoria Gender” è un’invenzione, che talvolta viene usata al fine di nascondere sentimenti di #omofobia e paura delle diversità.

Nonostante i nostri intenti pacifici, ci è stato ripetutamente negato l’ingresso nell’istituto. “Nella mia scuola non posso decidere di fare come dico io?” sono state le argomentazioni della preside che ha sbattuto la porta in faccia a noi e ad altre persone interessate all’argomento, affermando che la partecipazione all’evento fosse “su invito e riservata solo a genitori e docenti” (cosa paradossale in una #scuola pubblica). La preside ha poi chiamato i Carabinieri e, dopo aver tutti noi appurato che non esisteva alcun invito (nessuno dei presenti nell’edificio ne era infatti in possesso), essa ha continuato a negarci il diritto di parola e il diritto a partecipare, giustificando la sua presa di posizione con la presunta mancanza di spazio nel locale della scuola in cui si svolgeva il dibattito.

È chiaro che la nostra presenza all’interno della scuola oggi non era gradita.
Perché? Qualche voce fuori dal coro avrebbe potuto influenzare “negativamente” i presenti? Oppure si ha paura del confronto democratico quando non si hanno le giuste argomentazioni per sostenere una tesi?

Ci schiereremo sempre dalla parte dei diritti delle persone, contro ogni forma di intolleranza religiosa, etnica o che riguardi l’orientamento sessuale.

Un commento

  1. Thomas Sankara

    …e quelli di Bologna contro la “lobbi ghei”, da buoni cattotradizionalisti.
    http://www.prcbologna.it/2016/06/13/viale-del-tramonto/

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*