I Gc stanno con il Cartella

I Gc stanno con il Cartella

Coordinamento nazionale 16 Giugno 2012 :: Ordine del giorno

La notte del 15 maggio scorso è stato appiccato il fuoco al Csoa “A. Cartella”, il centro sociale di Reggio Calabria. Non è la prima volta, nei 10 anni di occupazione dello spazio, altri attentati sono avvenuti, ma questa volta ci sono riusciti: hanno praticamente distrutto la struttura, un parco giochi abbandonato di Gallico, quartiere periferico della città.
Chi è stato? Le compagne e i compagni non esitano nel denunciare il connubio che dalla Rivolta in poi attanaglia la città di Reggio. Senza mezzi termini: ’ ndrangheta, destra eversiva, massoni e servizi deviati.
Oggi come allora Reggio è teatro di esperimenti, laboratorio di grandi manovre affaristiche. E, in tale contesto, il lavoro di osservatorio del Cartella non è di certo benaccetto. Reggio è terreno di grandi flussi di denaro, di interessi. È una situazione complessa, con il Comune vicino al commissariamento e, quindi, con un clima di elezioni alle porte.
Quello spazio è stato e continua a essere parte della vita politica dei Gc e del Prc reggino e calabrese: la battaglia contro il Ponte sullo Stretto, al fianco dei braccianti africani insieme all’osservatorio migranti di Rosarno, cuore pulsante della battaglia per l’Acqua pubblica.
E, ancora, contro chi vuol fare della Piana di Gioia Tauro e della Calabria tutta una grande discarica (centrali a carbone, rigassificatori, inceneritori). In generale, per la difesa del territorio attraverso la Rete intitolata a Franco Nisticò, nostro compagno morto sul palco di Cannitello il 19 dicembre 2009 proprio durante una manifestazione della Rete No Ponte.
Per tutti questi motivi il Cartella deve continuare a r-esistere. Perciò chiediamo che i Gc aderiscano ufficialmente alla campagna per la ricostruzione del Csoa “Io sto con il Cartella” che ha da subito visto in tutta Italia una serie di iniziative politiche in sostegno di questa esperienza. Difendiamo la storia del Cartella di Reggio, che è anche la nostra storia. Giuseppe Manduci Denise Conia

COORDINAMENTO NAZIONALE GC

18 giugno 2012

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*