Pacifismo nero

Pacifismo nero

di Germano Monti

Fra pochi giorni, Roma sarà teatro di un evento che, molto probabilmente, non passerà alla storia, ma che segna comunque un punto di caduta nella variegata composizione del mondo pacifista e della solidarietà internazionalista italiani. Sabato 16 giugno, si sono dati appuntamento a Piazza del Popolo i sostenitori del regime siriano del clan Assad, adottando come slogan di convocazione dell’adunata il motto “Dio, Siria, Bashar e basta!”. Lo stesso motto degli shabiha, gli squadristi che si occupano del lavoro sporco contro gli oppositori del regime. L’iniziativa ha avuto un prologo interessante lo scorso 31 maggio, quando una cinquantina di italiani e siriani hanno manifestato davanti la sede dell’ambasciata siriana, a pochi passi da Piazza Venezia, ostentando pugni chiusi e saluti romani, amorevolmente l’uno a fianco dell’altro.

Non si è trattato di un episodio folcloristico: la blasfema commistione fra neofascisti e sedicenti “antimperialisti” è un dato di fatto, confermato, da ultimo, proprio dalla convocazione della manifestazione del 16 giugno. Le figure, anzi, i figuri di spicco del comitato promotore sono due, entrambi animatori del sito Syrian Free Press: Ouday Ramadan, detto “Soso”, e Filippo Pilato Fortunato.

Ouday Ramadan è un siriano che vive in Italia ed è stato consigliere comunale del Partito dei Comunisti Italiani a Cascina, un grosso centro della provincia di Pisa. Non sappiamo se sia tuttora iscritto al partito di Diliberto, ma lui si professa comunista, anzi “stalinista in ogni cellula”, ed è di pochi mesi fa una sua violenta polemica contro Paolo Ferrero, il segretario di Rifondazione Comunista, reo di avere – sia pure timidamente – difeso le ragioni della rivolta siriana. Stando a quel che dice qualche suo sodale, Ramadan è anche il figlio del “capo spirituale” di un’importante comunità alaouita, la stessa setta cui appartiene la famiglia Assad.

Filippo Pilato Fortunato, invece, appare come uno schietto fascistone, e basta un veloce giro sulla rete per visualizzare un’incredibile quantità di articoli, interviste, recensioni, ecc., talmente espliciti da togliere ogni dubbio. In ogni caso, a suggellare con il crisma dell’ufficialità le simpatie politiche del Fortunato, nell’agosto dello scorso anno giunge l’iscrizione a Forza Nuova, sezione di Palermo.

Il suo “pensiero” è efficacemente sintetizzato in questo stralcio di una sua breve biografia redatta da Giovanna Canzano, che compare al termine di una sua intervista allo stesso Fortunato: “Filippo F.P. reputa di fondamentale importanza comprendere quale sia il maggior pericolo cui l’umanità sta andando incontro e creare una rete di opposizione, di formazione e controinformazione che sappia andare oltre i limiti personali di ognuno, per fronteggiare organicamente quello che egli considera il nemico numero uno: il giudaismo sionista, rabbinico-talmudico, massonico per eccellenza”.

Il nerissimo Fortunato ed il “rosso” Ramadan sono uniti dall’amore per il regime nazionale e socialista di Assad, al punto di organizzare e partecipare a delegazioni che si recano fino a Damasco per omaggiare gli esponenti del regime, come avvenuto poche settimane fa. La loro passione per il regime siriano è condivisa da un’area nebulosa che va da formazioni di estrema destra quali, appunto, Forza Nuova, Stato e Potenza, Eurasia, Socialismo Nazionale, il gruppo romano “Controtempo”, CasaPound, i “comunitaristi”, Millennium, coinvolgendo settori consistenti dell’integralismo cattolico, ma anche movimenti trasversali – come “Per il Bene Comune” dell’ex senatore del PdCI Fernando Rossi – e realtà ed individui accreditati a sinistra e nei movimenti contro la guerra.

Alla manifestazione di Piazza Venezia dove pugni chiusi e saluti romani convivevano disinvoltamente, hanno preso parte esponenti di un comitato di solidarietà con la Palestina notoriamente schierato a sinistra e della Rete No War, così come ad altre iniziative simili – in solidarietà con il dittatore libico Gheddafi, prima ancora che con il siriano Assad – hanno preso parte il giornalista Fulvio Grimaldi e la collega Marinella Correggia, che scrive anche per il Manifesto. Quest’ultima, anzi, è la punta di lancia della propaganda in Italia del regime di Assad, rilanciando le veline del centro di informazione cattolico integralista “Vox clamans”, gestito da suor Mariam Agnès De La Croix, monaca lèfebvriana in ottimi rapporti con i falangisti libanesi ed i fascisti francesi del Front National di Marine Le Pen. Le veline farneticanti di Marinella Correggia e persino quelle di “Vox clamans” vengono rilanciate come “informazioni indipendenti” anche da radio e riviste on line della sinistra, per quanto questo possa apparire inverosimile.

Le adesioni alla manifestazione del 16 giugno confermano il quadro della sconfortante deriva raggiunta da settori – minoritari, fortunatamente – della sinistra e del movimento contro la guerra. A leggere le pagine Facebook dedicate all’evento, a Piazza del Popolo dovrebbero esserci – insieme a tanti camerati entusiasti del nazional-socialista Assad – la sezione milanese della FGCI, un misterioso gruppo “Comunisti Uniti Duepuntozero”, nonché pacifisti a tutto tondo, che hanno tentato (senza successo) di convincere a partecipare anche le associazioni pacifiste riunite nel Forum tenutosi a Roma la settimana scorsa. Anche l’ex segretario della CGIL in Sicilia, Pietro Ancona, ha assicurato la sua adesione. A ben guardare, le adesioni esplicite da sinistra sono poche e marginali, ma il dato preoccupante è rappresentato dal fatto che questi personaggi – che, lo ripetiamo e sottolineiamo, non mostrano alcun imbarazzo a marciare insieme alla peggiore feccia fascista – siano tuttora interni ad organizzazioni, reti e movimenti che dovrebbero avere nell’antifascismo, oltre che nella solidarietà internazionalista, la propria stella polare.

www.vicinoriente.wordpress.com

GERMANO MONTI

14 giugno 2012

74 commenti

  1. Germano Monti, mi fai ridere! Qui si tratta di difendere la Siria da un attacco imperialista e tu ne fai una questione di facciata? Peccato che il tuo nome sia già pregno di vergogna. E ricorda: il posto ai fasci lo hanno lasciato i traditori della sinistra come te, sennò col cazzo che potevano permettersi di giocare all’antimperialismo, a quest’ora! Voi sedicenti comunisti, amici indiretti dell’atlantismo, mi fate più schifo dei fascisti.

  2. Rodirosso, è risaputo che tu sia in odore di espulsione dalla Fgci (verifica con Arzarello): ti prego di non fare ulteriori cazzate e soprattutto di non rivolgerti in questa maniera alla organizzazione giovanile comunista di maggiore struttura e peso in Italia. Non ne hai titolo e soprattutto sai di aver torto marcio. Se fai la cazzata di aderire ad una manifuestazione di fascisti te ne assumi le responsabilità. Quindi per favore la prossima volt ascrivi a Bacciardi e Diliberto, non rompere a noi.
    Giovanni Pigafetta

    CHE SIGNIFICA NON HAI TITOLO….? COME TI PERMETTI DI VOLER ZITTIRE UN COMPAGNO, CON DIRE ” NON FARE CAZZATE” NON RIVOLGERTI IN QUESTA MANIERA…DOMADO: MA CHI CAVOLO SEI ” NEL FAR CENSURARE UN COMPAGNO,DI INTIMIDIRLO “…COSI’ LA PENSANO I COMUNISTI,PRIVANDO LA LIBERTA’ DI PAROLA?…..

  3. Ho da poco letto questo comunicato, in quanto da pochi minuti ne sono venuto a conoscenza.
    Trovo devastante che nel 2012, per via di travi nel cervello, si parli ancora di “fascismo” e “comunismo” e di conseguenza di “destra” e “sinistra”. Trovo allucinante che gente, in questo caso “giovani…”, perdano il loro tempo a insultare dei loro simili che manifestano solidarietà ad un popolo e al suo Presidente. Il reato? La stampa di regime lo defisce dittatore, di conseguenza, questi “giovani…”, che fanno gli alternativi e gli impegnati, si bevono le panzane della tv e di conseguenza Assad è un feroce dittatore.

    Devastante, quindi, come non si riesca, visto le incrostazioni mentali, a non andare oltre il proprio naso, a vedere tutto “nero” e tutto “rosso”. Termini creati a tavolino dal Sistema con il quale, esso, ci manipola e ci fa scannare a vicenda.

    Aprite gli occhi, riappropriatevi della vostra esistenza, VIVETE!

    Luca D’Amico

    P.S.
    Sabato 16 giugno, a p.zza del Popolo c’ero anch’io. E’ stata una giornata bella, in cui si è potuto ascoltare l’opinione di tanta gente in pace e tranquillità. Non ho visto nè “pugni chiusi” e nè “saluti romani”. Ho visto solo ed esclusivamente ESSERI UMANI che davano, nel loro piccolo, un sostegno al popolo siriano.

  4. Compagni concordo pienamente sul criticare l’infiltrazione fascista in queste manifestazioni , e l’autoritarismo di Assad . Ma dobbiamo manifestare contro l’imperialismo yankee che vuole distruggere la Siria e tutti gli altri paesi che si oppongono al dominio americano

  5. sivispacemparabellum

    Нас мало, но мы в тельняшках!
    Zalupa!

  6. il problema siete voi non i fascisti col vostro pacifismo da strapazzo voi che vi travestite da comunisti e che avvallate di fatto il peggior imperialismo e lasciate così di fatto alla feccia neofascista il compito di sostenere i popoli che si ribellano
    al gioco statunitense ma svegliatevi non vi rendete conto che vi state estinguendo?

  7. antiimperialista

    Antimperialista contro la NATO e infiltrati vari ,contro i despoti della famiglia Assad e la suora che vieni vomitare in Italia le sue schifezze ( come se le suore fosserò fonti autorevoli) ,antimperialista contro il sionismo e una futura guerra al Iran -antimperilista contro il neonazista uomo cia -mossad che risponde al nome di Ahmenijad . A Roma il rossobruno del pdci ovvero uno che di soldi ne prende eccome tale Soso amico dei despoti Assad riporta il circo in citta’ https://www.facebook.com/photo.php?fbid=401931023197274&set=a.307692735954437.71887.100001411386848&type=1&theater . Poi date un occhiatina chi sostiene sta gente e di cosa parla e chi freguentano gente che con Forza Nuova ha rapporti eccome se li ha Su facebook (Ainimre NiquelesFions). Antimperialista contro gli oppressori e sempre con gli oppresi in Siria ci sono ribelli e cittadini e governo non vogliamo scherarci con i ribelli va bene ma non mi schiero neanche con il despota Assad . Per Iran poi con uomo -cia mossad farei prima schierarmi con i sionisti a questo punto .Ancona causa eta’ secondo sta entrando in fase demenza senile quelli che lo seguono sono fanatici di STATO EPOTENZA e del club dei 5 mila . Il circo riapre a Roma ma questa volta vado vedermelo voglio ridere in faccia a sta feccia infiltrata .

  8. ???
    Comunque, poi ci si chiede perchè il Sistema va avanti come una locomotiva che spazza via tutto.

    Poi ci si chiede perchè tra comuni mortali ci si scanna.

    Poi, poi…il nulla. Ottusità, devastazione mentale, quattro concetti che rimbalzano come una pallina in un flipper per poi ritornare in “circolo” per continuare a rimbalzare.

    E il Sistema gode, gode…e noi sempre SUDDITI, SUDDITI.
    Il massimo per qualcuno è urlare al ( fantomatico ) fascista del 3° millennio che, secondo chi è illuminato, NON può manifestare contro una futura guerra. Perchè le manifestazioni di un certo tipo, secondo chi è illuminato, sono solo per chi è di un dato colore.

    E il Sistema gode…gode nel vedere che le sue distrazioni ( “destra”, “sinistra”, “nero”, “rosso” ) create per far azzannare il popolino, nel 2012 ancora funzionano. Eccome se non funzionano.

    Luca D’Amico

    P.S.
    Il concetto, visto gli ultimi commenti ( tranne l’ultimo ), è indirizzato a qualcuno, non a tutti. Anche se questi, pur ancora trincerati dietro certi termini, vogliono andare avanti.

  9. Quindi secondo Luca D’amico manifestiamo anche con quelli che appena possono ti lamano nella schiena .Certamente .Il giorno che i GC diventeranno come il PDCI vado con il PD e non scherzo .Tanto introiti con la destra da una parte -introiti con la destra dall’ altra cambia nulla . Sarebbe anche da chiedere cosa pensano i centri sociali , i movimenti antifascisti di queste uscite .Io non dico nulla perchè so cosa pensano ma scopritelo da solo LUCA D’AMICO .Qui rasentiamo la pazzia unioni di fasci e comunisti contro imperialismo .I fascisti hanno un loro concetto di europa bianca e corporativa nonchè un imperialismo tutto loro come la Germania nazionalsocialista aveva in mente .No voi siete pazzi .Quando si facevano le serate contro la guerra in Iraq non mi risulta Saddam aveva collaborazioni con fascisti -Assad si le ha e conprovate .Voglia poi gridare alla tortura di genova appoggiando quelle di Assad perchè antimperiliasta quindi la tortura e i morti sono più belli di quelli che fanno gli imperialisti .

  10. Complimenti la nuova politica della sinistra in Italia . Allora devo aver capito nulla in tutti questi anni . Oltretutto queste uscite mi sembrano made casa clown quando in 2 persone si scrivono immenso , magnifico. I fascsiti esistono e non sono quelli del terzo millennio ma gli stessi che hanno bombardato in Libia e che hanno supportato la guerra in Iraq . Adesso perchè non hanno più identita’ casa clow sta cadendo a pezzi , fn conta più nulla di nulla sono più una setta che un partito .Devono farsi una verginita’ nuova e chi meglio di quelle quattro merde di Eurasia -Statoepotenza che elogiano a stati di polizia non potevano trovarsi come amici . Abbiamo capito nulla quando dovevano stare nelle periferie aiutare i ragazzi di strada e i fasci hanno proliferato . Capiamo nulla adesso .E si badi bene che cacciando Soso del cazzo ,Statoepotenza e si manifesta contro il regime di Assad e infiltrati nei ribelli , contro Usa ,Israele , Cina ,Russia ,Iran che in quei paesi commerciano armi sono pienamente daccordo .Ma con quelli che si muovono adesso in quel genere di manifestazioni no proprio no vanno totalmente ignorate per come la vedo io e non sono il solo fortunatamente .

  11. assad è sostenuto dal partito comunista siriano,ve lo ripeto finitela di spacciarvi per comunisti siete solo delle luride zecche e francamente ci hanno rotto il cazzo le vostre prese di posizione “nè con l’uno nè con l’altro sosteniamo la popolazione”si vede a cosa è servito il vostro sostegno in libia un paese totalmente distrutto la popolazione trucidata i diritti sociali smantellati non si può essere neutrali se si è contro assad e contro ahmadinejad si è c dalla parte della nato punto

  12. Giorgio, non so se hai capito cosa intendo o se non hai proprio letto ciò che ho scritto.

    Rileggi, per favore, sono sicuro che capirai. Dal commento che hai scritto, tutto sommato ( non, certamente, per fare l’intelligentone di turno ) dimostri di voler ragionare e non di dare in escandescenza.

    Rileggi…e sappi che si tratta di dialogare con chi ha voglia di farlo e non col primo pazzo a piede libero che – come scritto da te – “ti lama nella schiena”. Ma rileggi tutto, grazie. Guarda al Sistema che gongola.

    Luca D’Amico

  13. Riferito a tutti e non ( solo ) a Giorgio che ha citato un certo personaggio:

    A proposito di Saddam…
    Nel marzo 2003 anch’io stavo in piazza e vedevo tanta gente “contro la guerra”. Ora perchè non c’è più?
    C’erano migliaia di bandiere della pace ai balconi. Sono state buttate via?
    Perchè prima con Gheddafi e ora con Assad tutti se ne stanno rintanati in casa?
    Come mai per le continue minacce all’Iran, non si sente volare una mosca?

    Io – che me ne sono sempre sbattute le p..le dei concetti di “destra” e “sinistra” ( quindi gli schemi del Sistema ), e al massimo potevo avere qualche simpatia che, dagli indottrinati dal Sistema, veniva definita di “sinistra” – RIMANGO COERENTE.
    Una nazione è aggredita? Io sto con lei.
    La mia nazione è aggredita NON militarmente ma dalla finanza globale? Io sto con lei CONTRO i camerieri dei banchieri.

    Non so gli altri dove siano. A parte i “fuscelli al vento” del “popolo viola”, ma chi si definisce “duro e puro” che fanno? Ancora a rincorrersi dietro a delle etichette?

    Un saluto.

    Luca D’Amico

  14. Luca sai perchè alle manifestazioni della Siria ci sono 4 gatti perchè se permetti io non mi sbatto dei complottisti ,rossibruni e altra feccia quella gente ha rovinato le manifestazioni contro intervento della Nato in Siria .E sai perchè? .Perchè quelli scendono in piazza con la faccia di Assad e se permetti quello oltre essere nazionalista pure un torturatore della sua gente .Adesso che gira un manifesto pur da chiarire ma senza alcuni partecipanti tolti dalle scatole come i complottisti e stsatoepotenza e Soso stesso si puo finalmente ragionare cosa e come fare in caso di attacco nato alla Siria .Ma sempre grazie a quei 4 deficienti le adesioni sono pochissime e sara’ un flop . Ringrazia quella gente .I centri sociali non ci manifestano ,gli anarchici menchemeno , gli antagonisti sono per lo più come la posizione ultima di Sinistra Critica che ha rifiutato invito .Saddam non aveva appoggi con forze di destra -Assad si . Alle manifestazioni contro Saddam non cerano i fasci e le facce di Saddam ma le foto delle devastazioni degli Yankee . Qui fanno girare foto false non ultima quella del bambino impiccato iraniano e altro e sicuramente credibilita’ non hanno . Poi tutta la questione complottisti .Ma come posso portare la mia ragazza al fianco di contro abortisti se li mangia quella e non e unica pensarlo. Destra e sinistra esistono negarlo non ha senso .Puoi girarmi la frittata ma le banche sono al potere per colpa della destra .Le questioni arabe sono strumentali alla destra per fomentare odio antiebraico e sputtanare tutto come gia vanno .

  15. Poi arrivano questi commenti ( siete solo delle luride zecche) tipica frase da fascista .Oppure il troll di turno per fomentare casini e siamo tutti contenti . Errori sopra sono causa fretta nello scrivere .

  16. No, Giorgio, “destra” e “sinistra” non esistono. Lo sono solo nella mente di chi vive di etichette e ( indirettamente ) di divisioni.
    Siamo nati e cresciuti con questi termini creati dal Sistema, ognuno ( di queste etichette ) con certi “valori” ( !! ) e chi ne aveva di un certo tipo, era di “sinistra”, chi di un altro tipo, era di “sinistra”.

    La “destra” a favore della banche? Se non sbaglio TUTTI quelli che si professano “politici” hanno agganci con le banche. Quindi…

    Comunque, se tanto devo seguire il discorso di “destra” e “sinistra”, sappi che chi ci ha voluto nell’Euro era Prodi, Padoa Schippa e simili, TUTTI individui della ( cosiddetta ) “sinistra” e tanti come consulenti della Goldman Sachs. Ma va be’…

    Assad va contro il suo popolo? Supponendo che fosse vero, non mi risulta che Saddam fosse migliore. Quindi, perchè non manifestare a favore di Assad?
    Non si manifesta perchè in mezzo ci sono i “fasci” ( la “destra” ) e per chi, come te, vive di etichette e divisioni, non è dato di manifestare. Anche perchè, datosi che certe manifestazioni hanno il copyright della “sinistra”, non è ammessa NESSUNA manifestazione senza il suo appoggio. E se qualcuno dovesse osare, per forza di cose sarebbe escluso dal “giro che conta” ( costituito dalle sigle della “sinistra” ) e di conseguenza si ritroverebbe da solo con al massimo quattro gatti.

    Etichette + divisioni = Alimentare il Sistema e la nostra schiavitù.

    Parli anche di complotti; quali sarebbero questi complotti? Che i ribelli non sono tali ma giusto dei mercenari al soldo di potenze straniere? Beh, non mi sembra un complotto, ma una constatazione di fatto. Poi, se anche le constatazioni fanno ridere, strano, però, che le constatazioni contro la guerra in Iraq erano sacrosante. Mistero della fede.

    Se ci dovessereo essere altre manifestazioni pro-Assad gli anarchici e i centri sociali non parteciperanno? Guarda, caro Giorgio, che sinceramente parlando, di queste aggregazioni di esseri umani non importa nulla a nessuno. Credimi. Sei tu che gli dai spago, ma ti capisco. Forse starai cercando di capire il mondo che ti/ci circonda e fai bene. Pur parlando come un vecchio saggio ( non sono nè l’uno e nè l’altro ), quello che ti posso dire e di continuare ad andare avanti con le tue idee ( ovvia come cosa ) ma di NON lasciare nulla al caso.
    Se dovessi ascoltare certi concetti che a te interessano, non scartarli a priori giusto perchè provengono da un “fascio” ( “destra” ), ma analizzali e pensaci sopra.
    Non sprecare troppo tempo a catalogare la provenienza della gente, VIVI la tua vita e condividi le tue idee con tutti. E’ così che si smuovono le cose.

    Un saluto, Giorgio, e a presto.

    Luca D’Amico

  17. Destra e sinistra esistono eccome .Perchè sono due visioni differenti . Io vedo antimperilismo internazionalista in un ottica di classe non appoggio dittatori perchè tanto sono antimperialisti.Non credo nel corporativismo ecc ecc ecc . Io parlo di complottisti non di complotti . Per quel che riguarda il fascismo lo conosco molto bene come il nazionalsocialismo .Se ti dicessi che durante le manifestazioni di Hitler partecipavano anche giovani ebrei e poi visto la fine che ha fatto fare sotto gli occhi di tutti .Il superamento destra e sinistra ovvero il terzoposizionismo solo una sfumatura del nazimaosti che al tempo quando cercavano di infiltrarsi alle manifestazioni dei compagni prendevano bastonate che non si facevano più vedere per almeno 3 anni .Riproporre oggi il superamente di destra e sinistra un gioco vecchio che non funziona proprio perchè si conosce il nefasto futuro che porterebbe . Ps Prodi e altri non hanno nulla che vedere con la sinistra .Il progetto euro di per se non e sbagliato e solo che gestisce quella moneta che la amministra a suo favore e interesse .Altra parte sono uno stolto potrebbe pensare di tornare alla lira e aldila’ dei complottisti modaioli da web .Altri lo hanno capito molto bene .Ripeto in Iraq Assad non aveva appoggi in senso materiali di soldi e contatti con la destra xenofoba e razzista europea -Assad si . In più informati su chi sia Salameh Kaileh è uno scrittore siro-palestinese, un attivista politico e intellettuale marxista, esponente della Coalizione Siriana di Sinistra. Arrestato nuovamente dal governo di Assad il 24 aprile 2012 e sottoposto a tortura, è stato espulso dalla Siria, dove aveva vissuto per tre decenni, di cui 8 anni passati in prigione. Link con google si traduce http://www.alarabiya.net/articles/2012/04/24/210030.html .

  18. errata corrige .Scrivere di fretta mammania

    In Iraq Saddam non Assad
    sono uno stolto – solo gli stolti
    del nazimaosti -dei nazimaosti

  19. No io non partecipo alle manifestazioni Pro Assad .Se una manifestazione tratta di difesa del popolo siriano da bombe nato appurato in riunioni , assemblee non ci sono fasci oppure ambigui partecipo eccome .Se invece sono Pro Assad non partecipo .Perchè ti ripeto le manifestazioni contro intervento in Irak non erano ProSaddam ma per il popolo .Qui quelle viste sono state condivise da nessuno e non tratta di copyright della sinistra ma semplicemente di coerenza politica considerando io trovo una grande stronzata il nemico del mio nemico e mio amico . I fascisti sono fascisti io non condivido nulla nemmeno la loro posizione sul mondo arabo che trattasi solo di odio antiebraico e basta mentre io lotto per la dignita’ dei popoli non per le razze . Poi tu sei libero di fare comunella con chi vuoi . Ero contro Gheddafi ero in manifestazione contro i bombardamenti in Libia ma mai con i fascisti .Io sono antifascista se non lo hai capito. Assad rimane un dittatore che tra altro massacra anche i palestinesi come il commento sopra dimostra con il link della storia di Salameh Kaileh . Quindi le manifestazioni sono per il popolo siriano ok sono pro Assad io piede non lo metto .

  20. Giorgio, vai per la tua strada, ci mancherebbe.

    Quello che penso è di vivere l’attualità e, di conseguenza, il PRESENTE.
    Fai riferimento ai fascisti, ai comunisti ( compagni ) e ai maoisti degli anni ’70. Io vivo nel 2012 e di ciò che successe 40 ( quaranta ) anni fa, sinceramente parlando, non mi interessa. Ormai è storia. Buono è saperla, leggerla, informarsi, ma ormai è FINITA. GUARDARE AVANTI e finirla con queste contrapposizioni.

    Quello che scrivo per te è una “terza via”? Definiscila come ti pare, ma ecco che cadi negli schemi del Sistema. Anche una visione differente è sempre da catalogare e lanciare addosso a chi la tira fuori. E tu, infatti, hai fatto riferimento ad una “terza via” di un LONTANO passato.

    Ti auto-ingabbi, non ti evolvi, non guardi alle sfumature del nostro mondo.
    Continua a rivedere i filmati del ’68 e del ’77 per proiettarteli nel presente, ma occhio, non ne ricaverai nulla. Solo rabbia, frustrazione e nulla più.

    ASSAD e SADDAM

    Dire “manifestazione pro-Assad” significa dire “manifestazione pro-Siria” o “manifestazione pro-popolo siriano”; non far finta di non capire pur di rimanere arroccato nel tuo fortina di 35-40 anni fa. Siamo a metà del 2012!!!

    Assad è un dittatore? Ti ripeto la stessa cosa di qualche giorno fa: non mi risulta che Saddam fosse un angioletto. Ma lì tutti a manifestare e tutti come pecore ( compreso iil sottoscritto ) ad appendere le bandiere della pace ai balconi.

    SALAMEH KAILEK
    Lo hanno arresatato ed è stato espulso? Meglio per lui che non sia stato condannato a morte, ma strano che si riporta FAZIOSAMENTE la storia di certi personaggi FUNZIONALI AL SISTEMA ( che tu dici di combattere ). Quanti personaggi vengono fatti sparire e che nessuno si fila lontanamente?

    Ho notato che il link su questa persona è di Al-Arabiya. Andiamo bene! Insieme ad Al-Jazeera controbuisce alla disinformazione e al fomentare la rabbia contro la Siria ed Assad.

    Giorgio, occhio!!! Vuoi fare il rivoluzionario ( sintonizzato negli anni 60-70 , però ) ma ti cibi di spazzatura mediatica al soldo del Sistema.

    Ora ti saluto, ognuno per la su strada e ognuno con tanto da imparare.

    Luca D’Amico

  21. Filippo Ortenzi

    Forse dimenticate che a fianco del Baath ci sono vari gruppi socialisti, nasseriani, ben due partiti comunisti e, ultimamente, anche il Partito Social-Nazionalista Siriano che essendo forte nella popolazione cristiano-ortodossa di lingua siriaco-aramea fino a poco tempo fa contestava l’identità arabo-mussulmana della Siria. Il Regime difende tutte le minoranze, siano esse etniche: siriaci, armeni, curdi .. che religiose: alawiti, cristiani, drusi, sciiti, ismaeliti, yezidi. Purtroppo la maggioranza arabo – sunnita (75% della popolazione) sobillata da salafiti, wahhabiti, fratelli mussulmani e qaedisti lottano per la creazione non di una democrazia ma di un Califfato Islamico integralista ….

  22. free palestine

    Forse sarebbe il caso di ricordarsi questo : E’ accaduto 36 anni fa ,il12 agosto del1976,il piu’ grande massacro di profughi palestinesi in Libano,ad opera delle milizie del regime siriano di Hafez Alassad,mi spiace che ci sono persone e sostenitori di partiti che per ignoranza o convenienza sostengono che il regime siriano difende i diritti dei palestinesi ,cio’ che hanno commesso nel campo profughi di Tal Al Zaatar e’ un qualcosa di orribile per l’umanita’ intera ,si narra che prima abbiano affamato e tagliato i viveri e l’acqua ai 20000 palestinesi del campo,e dopo aver compiuto uno sterminio di uomini , donne ,anziani ,bambini con una ferocia bestiale e accoltellare i pancioni di donne gravide,hanno continuato a soffocare e affamare i poveri palestinesi isolando l’intero campo dal mondo esterno,e dalla disperazione e fame arrivarono a nutrirsi dei cadaveri rimasti

  23. free palestine

    Salameh Kaileh qualcuno sopra ha citato e qualcun altro ha definito un amico dei regimi imperialisti .Denota la scarsa militanza nel reale di tale affermazione.In quanto Salameh Kaileh stato invitato parlare al campo antimperialista . La vedo come Giorgio sulla questione destra e sinistra premettendo non sono dei Giovani Comunisti .Sono dell’area dei centri sociali occupati .E vorrei far presente che qui si mistificano i fatti . Primo che nessuno neanche i GC che hanno sottoscritto la mobilitazione in caso di Attacco Nato sono a favore degli Americani e i loro interventi .Il regime di Assad rimane comunque un regime sanguinario in Siria viene visto come Mussolini qui al tempo inutile negarlo a se stesso e agli altri .Purtroppo siamo in un periodo di grande confusione e di cervelli sovrani e prima di appoggiare personaggi assai discutibili che hanno un curriculum di infamate non da poco si preferisce ragionare . Sapevano che certa gente avrebbe fatto la sua uscita con la storia ne destra , ne sinistra non sono nuovi a cio .Prima di genova 2001 tentarono e di fatto grazie alle mailing list e assemblee si scoprirono le carte allontanandoli subito . Oggi ci sono i social network dove ognuno cerca di imporre il suo punto di vista a colpi di infamate e populismo .Le liste si stanno mano a mano sciogliendo per ritornare al contatto fisico di riunioni lasciando il populismo e i cervelli sovrani nella rete di facebook il peggior social network che raccoglie i più imbecilli personaggi che non si trovano nemmeno più nei bar . Per quel che vale il pacifismo nero lo aspettavamo al varco nulla di nuovo .

  24. é verno nel 76 vennero massacrati i palestinesi perchè l’SSNP voleva impadronirsi del libano , ma poi dopo l’attacco israeliano vennero messi da parte i dissapori e si verificarono cambiamenti , i siriani , i palestinesi e i ibanesi combattevano contro israele.

    I comunisti erano alleati con Fatah , il baath e i nazionalisti siriani

    http://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_del_Libano_(1982)

    Tuttavia il regime non è immune dalla rivoluzione , ma ora diventerebbe un califfato .
    Sarebbe come passare dal berlusconismo al nazismo o dalla democrazia crisitana e tornare al fascismo

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*