I potenti nella zona rossa, il movimento nei quartieri popolari

Oggi stiamo dando una prova di maturità eccezionale. Per giorni il governo e i giornali della destra hanno incendiato il clima del Paese, dipingendoci come terroristi e diffondendo paura e tensione. La nostra organizzazione, in particolare, è stata fatta oggetto di una campagna di criminalizzazione disgustosa. La risposta è oggi. I potenti rimangono asserragliati a difesa della loro zona rossa, simbolo dei loro privilegi e della loro arroganza. Rimangono lì dentro, invidiosi della nostra gioventù e impauriti dalla nostra volontà di cambiare il mondo. Noi li abbiamo ignorati, scegliendo di attraversare in maniera pacifica e democratica i quartieri popolari e di ricevere la solidarietà dei lavoratori e dei cittadini. Così li spazzeremo via. Un’alternativa è pronta.

SIMONE OGGIONNI e ANNA BELLIGERO

Portavoci nazionali Giovani Comuniste/i

22 Dicembre 2010

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*