Le ultime dai GC di Pisa: lotte studentesche e lotta all’Aids

Le ultime novità in casa Giovani Comunisti Pisa! Buona visione e buona lettura!

– Un ottimo video realizzato dai Giovani Comunisti sui momenti salienti della protesta studentesca pisana. Con interviste ai protagonisti del movimento e video della presa della Torre! (by Daniele Iannello).
http://www.youtube.com/watch?v=7mo-KJInaoc

– Breve video intervista a Maurizio Bini (consigliere Comunale PRC a Pisa) che parla delle ultime novità che riguardano la città di Pisa: HUB Militare, Rigassificatori, Camp Derby.
http://www.youtube.com/watch?v=TO1ZJsnfabs

– L’articolo di Luca Panicucci, Coordinatore provinciale dei GC, sulla protesta pisana.
http://www.gctoscana.eu/index.php?option=com_content&view=article&id=201%3Adalla-torre-di-pisa-una-lezione-di-unita&catid=17%3Ascuola-e-universita&Itemid=11

– La prossima iniziativa dei GC pisani nelle scuole della città, in occasione della giornata nazionale per la lotta all’Aids.

Per quanto in questi anni sia lentamente scomparsa dai riflettori dei media, quella dell’Aids è una piaga che colpisce ancora 160 mila persone in Italia, con 3.500 nuovi casi ogni anno e un’incidenza di 7 ogni 100mila abitanti. I dati parlano chiaro: ogni due ore si registra una nuova infezione da Hiv, oltre 4 mila ogni anno, e per la stragrande maggioranza sono dovute a rapporti sessuali non protetti. Nonostante questo, e nonostante i dati in crescita per tutte le altre malattie a trasmissione sessuale, sui condom in Italia non si fa informazione né promozione. In tutto il mondo ci sono campagne istituzionali sull’importanza dell’uso del preservativo, programmi di distribuzione gratuita, politiche di riduzione dei prezzi. In Italia no. E’ per questo che, in occasione della giornata mondiale di lotta all’Aids, le Giovani Comuniste/i di Pisa organizzeranno, in accordo con la LILA (Lega Italiana Lotta all’Aids), presidi di sensibilizzazione davanti a tutte le scuole superiori della città, distribuendo materiale e condom. Perché il problema non può essere dimenticato né tanto meno ignorato, sopratutto dalle giovani generazioni.

Giovani Comuniste/i Pisa

28 Novembre 2010