30 Ottobre, ancora in piazza contro i tagli all’istruzione pubblica

Il 30 ottobre a Napoli migliaia di lavoratori della scuola, innanzitutto precari, scenderanno in piazza contro i tagli all’istruzione pubblica e per difendere il loro posto di lavoro. Il nesso tra la battaglia dei precari e quella per la difesa di una scuola inclusiva e di massa è a nostro avviso inscindibile.
Come a Messina il 12 settembre noi, Giovani Comunisti, ci saremo e in tanti, sempre a fianco di chi lotta per la tutela ed il rafforzamento del sistema scolastico pubblico e contro chi vuole lucrare sulla cultura, sul futuro delle giovani generazioni, sulla pelle di tanti giovani proletari che, solo in un sistema scolastico pubblico, di massa e di qualità, possono ambire alla speranza di quel riscatto sociale che, oggi, la scuola “ai tempi della Gelmini” cerca di negargli.
Ai precari in lotta diciamo grazie per avere sempre resistito, anche in pochi, nei momenti più duri della lotta; agli studenti medi ed universitari, ai ricercatori, ai lavoratori della cultura diciamo di partecipare il 30 ottobre perché la battaglia la si vince solo uniti.

GIOVANI COMUNISTE/I

21 Ottobre 2010

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*