Firma l’appello contro la legge Balilla

di Tavola della Pace Bella educazione! Si tagliano i fondi alla scuola e all’università e s’investe sulla formazione militare dei giovani. Approfittando della manovra finanziaria, il governo ha deciso di stanziare ben 20 milioni di euro per organizzare corsi di formazione delle Forze Armate per i giovani. Il progetto era già contenuto in un disegno di legge in discussione al Senato ma con un emendamento alla finanziaria si fa prima. L’idea del governo è semplice: invitiamo i giovani per tre settimane in caserma, gli facciamo indossare per la prima volta la divisa e gli spieghiamo quanto sia bello far parte delle Forze Armate e andare in missione in giro per il mondo. In questo modo riusciremo a selezionare nuovi volontari per l’arruolamento, ad “assicurare nuova linfa e continuità d’azione” alle associazioni combattentistiche e d’arma e, alla peggio, a promuovere un po’ di sana cultura militare. Dio solo sa, coi tempi che corrono, quanto ne abbiamo bisogno!

Fai sentire la tua voce. Chiama i parlamentari eletti nel tuo collegio e digli di intervenire subito! Unisciti alla Tavola della pace. Diciamo no alla legge Balilla.

E se ci sono 20 milioni per la formazione dei giovani, pretendiamo che siano spesi per educare veramente alla cittadinanza e alla Costituzione ovvero alla pace e ai diritti umani, alla legalità e alla giustizia.

Perugia, 7 luglio 2010

Invia la tua adesione a: segreteria@perlapace.it – fax 075/5739337

2 commenti

  1. Giovane Militare

    Magari GC potrebbero spendere anche qualche parolina per i tanti ragazzi e ragazze (soprattutto del sud) che sono costretti a fare il militare per necessità, visto che non hanno altre prospettive di lavoro nei propri paesi.

    Quei ragazzi e ragazze che vedranno i loro stipendi bloccati per anni e le tredicesime tagliate da questa finanziaria che riduce pesantemente i bilanci delle FF AA e forze di polizia (che per l’80/90% sono rappresentati dagli stipendi di militari e poliziotti).

    Oltre questo dovranno subire la beffa di veder riconosciuto lo status di militari a chi per gioco porterà le stellette per appena 3 settimane, meno del periodo di addestramento di un volontario di truppa…

  2. Giovane Militare

    evidentemente il sito è troppo occupato sulla questione omofobia per rispondere…

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*