IL KOLLETTIVO ONDA ROSSA IN LOTTA PER LA LIBERA INFORMAZIONE

Per i Giovani Comunisti del KOLLETTIVO ONDA ROSSA la c.d. Riforma Gelmini rapprenta, senza mezzi termini, l’approdo dei tentativi di devastazione intellettuale e di mercificazione del sapere portati avanti in questi anni. Le nostre future azioni non potranno non concentrarsi sulla lotta a questa riforma e per la crescita della consapevolezza in tutti dell’ingiustizia sociale sottesa a questa.

I tagli alla scuola, soprattutto questi ultimi portati avanti in maniera così scellerata, non possono assolutamentte essere condivisibili da qualunque parte li si osservi. Nella riforma si parla della introduzione di nuovi corsi ma ancora non si sa come verranno gestiti visti i tagli di personale e di fondi previsti. La realta ci dice di circa 42.000 cattedre in meno, di tagli, in tre anni, del 20% della spesa per l’istruzione pubblica, di una riduzione epocale del personale amministrativo di 150.000 unità, di 47.000 docenti in meno e 20.000 insegnanti precari senza lavoro. Numeri che fanno pensare ad un disastro per tante famiglie italiane: ma la cosa che più fa rabbia è che a pagare maggiormente le conseguenze di questa scelta scellerata sarà il Sud (50% di tagli), sud che già risente della chiusura di tante strutture scolastiche di piccoli comuni (ma non si tiene conto delle difficoltà che le famiglie avranno per sostenere i costi dei viaggi o le difficoltà dei bambini a spostarsi?). Quindi il motto è: maggiore disoccupazione per una peggiore qualità del sapere!


Lo sfondo a tutto ciò è naturalmente rappresentato dal progetto classista e razzista di questo governo che cerca di rendere anche l’istruzione qualcosa per pochi(i ricchi). Proprio l’equiparazione tra scuola pubblica e privata (non previsto comunque dalla nostra Costituzione) con distribuzione dei fondi statali in egual misura, le scuole che si trasformeranno in fondazioni (ricevendo sia fondi statali che privati) nelle quali chi le sovvenzionerà entrerà di diritto a far parte del Consiglio di amministrazione-orientando cosi la formazione-saranno la negazione del diritto all’istruzione per tutti. Il nostro impegno sarà la lotta contro chi vuole renderci freddi e incoscienti rispetto a quello che ci circonda: sabato 3 ottobre il KOLLETTIVO ONDA ROSSA sarà presente alla manifestazione di Reggio Calabria perchè il nostro obiettivo è il sapere e la libera informazione,senza di questi non saremmo pienamente liberi.

Michela Tripodi
coordinatrice Giovani Comunisti

Cinquefrondi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*